Photo: Identità Golose

Inizia il suo percorso lavorando con il "Maestro" Ezio Santin, per proseguire la sua esperienza al fianco di grandi Chef come Christian Willer, Christian Sinicropi e Carlo Cracco, che hanno contribuito a formare la sua professionalità e a stimolare la sua creatività.
Il suo talento e la sua competenza gli sono valsi il premio di Giovane Chef dell’Anno de "I Ristoranti d’Italia L’Espresso", una "Stella Michelin" e "Tre Forchette del Gambero Rosso".
Sotto la guida dello Chef Taglienti, a pochi mesi dall’apertura, LUME riceve la sua prima Stella dalla Guida Michelin 2017. LUME è, inoltre, novità dell’anno per la Guida I Ristoranti d’Italia 2017 de L’Espresso, aggiudicandosi 3 cappelli. Riceve il premio Cucina D’autore dalla Guida Alberghi&Ristoranti d’Italia 2017 del Touring Club Italiano ed è Ristorante Novità dell’Anno per la Guida de I Cento Milano 2017.
Per lo chef la cucina è sinonimo di elevazione e perfezionamento, riuscendo nell’intento di ricreare sfumature olfattive ed emotive contestualizzando la tradizione alla contemporaneità, regalando all’esperienza in sé, un’alternanza di sensazioni tattili e gustative che conferiscono brio, velocità, forza e freschezza ai suoi piatti.
“La mia cucina nasce dalla naturalezza del gesto e del pensiero e si evolve in funzione dell'esigenza di esprimermi, di creare un'unicità del gusto. Il tutto ricercando gli antichi valori della cucina italiana, non sempre facilmente riconoscibili.”